DIY Shampoo Solido alle 4 polveri ayurvediche.

DIY Shampoo Solido alle 4 polveri ayurvediche

Oggi ho pensato di proporti un progettino DIY, uno shampoo solido alle 4 polveri ayurvediche. Questo shampoo l’ho fatto tante volte, è una ricetta che ho consolidato negli ultimi anni dopo molti tentativi. Non piace solo a me, lo amano anche molte delle mie amiche e alcuni parenti che me li hanno commissionati anche come regali di Natale.

Cos’è uno shampoo solido e perché preferirlo ad uno shampoo liquido?

Ti starai forse chiedendo cos’è uno shampoo solido. E’ uno shampoo a tutti gli effetti, in formato solido tipo saponetta. Gli shampoo tradizionali liquidi sono composti principalmente da acqua, nello shampoo solido l’acqua non è presente, è un prodotto concentrato.

Se poi lo fai tu, puoi controllare tutti gli ingredienti per assicurarti che non sia nocivo per la tua salute e quella dei tuoi capelli.

Io qui ti propongo una ricetta per fartelo in casa, ma se dovessi essere interessata a comprarne uno commerciale, a livello ambientale uno schampoo solido ha un impatto molto minore sull’ambiente!

Uno shampoo solido di circa 80/90gr corrisponde più meno a 3 bottiglie di 250ml di prodotto liquido. Lo shampoo solido non ha bisogno di un imballaggio di plastica, e le sue dimensioni limitate richiedono meno risorse e, se pensi all’inquinamento per trasporto, un camion pieno di shampoo solidi corrisponde a 15 camion di shampoo liquido.

Cifre interessanti, no?

Gli shampoo solidi funzionano?

Ma funzionano? Non ti nego che per me non è stato semplice trovare uno shampoo solido che funzionasse veramente bene, ne ho provati molti commerciali (avevo un negozio zero-waste in Spagna e ho provato e fatto provare molte marche). Finalmente ne ho trovate un paio che mi hanno soddisfatta e che anche i miei clienti hanno apprezzato (una marca italiana che ti posso consigliare è Ethical Grace).

Per quanto mi riguarda, con questo shampoo alle 4 polveri ayurvediche, ho torvato la formula perfetta per i miei capelli, e non tornerei per niente al mondo ad uno shampoo liquido. Uno shampoo solido con gli ingredienti giusti fa una bella schiuma, pulisce a fondo e riequilibra il cuoio capelluto.

Tu, essere unico e speciale, potresti aver bisogno di provare molti tipi di shampoo prima di trovare la formula perfetta per te, anche se sospetto che il mio shampoo solido alle 4 polveri ayurvediche vada bene per quasi tutte le tipologie di capelli e di cuoio capelluto.

Qui puoi vedere un mini video dei miei capelli dopo uno shampoo (senza altri prodotti applicati).

Lo shampoo solido alle 4 polveri ayurvediche va bene per tutti i tipi di capelli?

Tendenzialmente sì. L’ho fatto sperimentare a persone con capelli grossi e molto aridi; persone con cuoio capelluto grasso e punte secche; con capelli ricci e mossi; capelli sottili e con problema di perdita di capelli; e persone con problemi di forfora…finora sempre un successo!

Che cosa sono le polveri ayurvediche? Piccolo disclamer

Intanto cos’è l’Ayurveda?

Ayurveda in sanscrito significa “Scienza della vita”, ed è una delle più antiche forme di medicina olistica esistenti al mondo.

Le origini della medicina Ayurveda possono essere ricondotteai Rishi, antichi saggi e veggenti indiani che vissero oltre quattromila anni fa.

In questa disciplina si usano molte piante/erbe officinali.

Questo è quasi tutto quello che so sull’Ayurveda (che mi riprometto di esplorare molto di più) e quindi non volgio definire questa ricetta per lo shampoo solido “ayurvedica” , perchè non ho seguito nessuno dei principi della medicina ayurvedica (magari fossi in grado di farlo!)

Quello che ho fatto è prendere in prestito dalla tradizione ayurveda 4 piante/ingredienti che hanno benefici comprovati per la cura dei capelli.

E la ricetta?

DIY Shampoo Solido alle 4 polveri ayurvediche, si comincia.

Ingredienti (per una saponetta di circa 100gr)

  • 50 gr di Tensiatioattivo SCI (Sodium Cocoyl Isethionate) GRANULARE*
  • 9 gr di Acqua di rosa (idrolato)
  • 6 gr di Reetha in polvere (rende i capelli morbidi e aiuta contro il prurito)
  • 7 gr di Shikakai in plvere (deterge e regola produzione sebo)
  • 6 gr di Amla in polvere (contrasta la caduta e stimola la crescita)
  • 6 gr di Bhringaraj in polvere (anti caduta e rallenta i capelli bianchi)
  • 5 gr di Coco-Betaina liquida
  • 6 gr di Olio di Jojoba
  • 2 gr di Inulina liquida
  • 2 gr di olio essenziale di rosmarino
  • 1 gr di Proteina liquida (di soia per es.)

*che sia granulare è molto importante. Il SCI si trova in diversi formati, quello che evitiate è il formato in polvere (che potete usare tranquillamente ma usando obbligatoriamente mascherina per micropolveri e occhiali porfessionali), poi c’è il formato in scaglie grandi o solido (che io personalmente non ho mai usato) che dovreste poi macinare, il che diventerebbe compicato e ho dubbi sulle polveri che si potrebbero creare nel processo.

Materiali

  • bilancia che possa pesare anche pochi grammi (di precisione)
  • stampo di silicone (io uso uno per dolci come potete vedere nelle immagini precedenti, ma ne ho usati anche per cioccolatini per fare mini shampoo di prova). La ricetta è per 90/100 gr di prodotto che voi potete dividere come volete.
  • recipiente di vetro o di ceramica
  • spatolina o un cucchiaio (meglio evitare metalli, preferite silicone o legno).

Procedimento

Una volta preparati e pesati tutti gli ingredienti, il processo è molto semplice, perché useremo un procedimento “a freddo”.

  1. Prima di tutto disinfetta i tuoi utensili e lavati bene le mani.
  2. Ora puoi procedere ad incorporare tutti gli ingredienti liquidi negli ingredienti solidi.
  3. Mescola bene fino ad arrivare ad un impasto che risulterà granuloso e un po’ umido.
  4. Procedi a riempire lo stampino che hai scelto e procura di premere molto ma molto bene.
  5. Ho detto premere molto per compattare. E’ un passaggio fondamentale perché poi non si sgretoli lo shampoo una volta secco.
  6. Altro passaggio fondamentale, lascia seccare il tuo shampoo per almeno 48 ore prima di usarlo. Io lo tolgo dallo stampo dopo qualche ora. Si puo mettere anche in frigorifero o in congeatore per facilitarene la solidificazione, ma si dovranno aspettare in ogni caso almeno 48 ore prima di usarlo.

Posso sostituire gli ingredienti?

Sì e no.

  • La cosa importante è mantenere la proporzione tra gli ingredienti.
  • La quantità di tensioattivo secondo me non deve superare il 50% degli ingredienti. Ma puoi sostituirlo con altri tensioattivi (anche se questo è super delicato e di origine naturale)
  • Manterrei l’inulina invariata, così come la coco-betaina.
  • Per la proteina liquida, potete sostituirla con 2 grammi di proteina in polvere (io uso quella di piselli, ma anche di riso va bene) aumentando la quantita di idrolato a 10 gr e abbassando la quantita di shikakai a 6.
  • Potete tranquillamente sostituire l’acqua di rosa con altri idrolati (io amo per esempio l’idrolato di camomilla….)
  • Anche per l’olio di jojoba, potete sostituire con olio di mandorla, di ricino… (ma non usate olio di oliva o altri di uso alimentare!)
  • Per l’olio essenziale, io ho scelto quello al rosmarino per le sue caratteristiche utili ai capelli, ma potete fare una ricerca verificando que gli oli essenziali che volete usare siano adatti.
  • Polveri ayurvediche, potete anche sceglierne solo una o due (modificando quindi la proporzione), se ne volete provare solo una, vi consiglio allora lo Shikakai.

Ripeto, la cosa importante è non modificare la proporzione tra liquidi e polveri, altrimenti il vostro shampoo non riuscirà a solidificarsi e a “stare insieme”.

Come si usa uno shampoo solido?

Semplice, inumidisci il panetto e strofinalo attivandolo con le mani per creare la schiuma, o passalo direttamente sui capelli bagnati.

Poi puoi proecedere come con un normale shampoo liquido risciaquando.

Conserva la saponetta in modo che si possa seccare bene dove non ristagni l’acqua.

Se fino ad ora hai usato shampoo contenenti siliconi, possono servire alcune settimane di adattamento al nuovo shampoo.

Dove comprare gli ingredienti per lo Shampoo Solido alle 4 polveri ayurvediche?

Qui di seguito ti indico due siti dove poter comprare gli ingredienti per fare i tuoi shampoo solidi. Uno francese (l’unico dove ho torvato il tensioattivo in formato granulare) e uno italiano. Ovviamente puoi scatenarti con le ricerche online.

Il sito francese si chiama Aroma Zone. Qui vi metto il link al tensioattivo.

La web italiana si chiama Zen Store. Qui il link per la Coco-betaina.

Se decidi di provarci, fai una foto del risultato e taggami nelle reti sociali! Spero ti sia piaciuta questa idea per DIY Shampoo Solido alle 4 polveri ayurvediche!

Instagram @okaeridiary

Dubbi? Lasciami un commento, vediamo se posso aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *